14.6.2022, 13:45

La nuova ŠKODA FABIA Rally2 dimostra la sua resistenza su strade sterrate impegnative

  • Il veicolo Rally2 di nuova concezione, di ŠKODA Motorsport, affronta carichi estremi sulle piste di prova accidentate di Fontjoncouse, nel sud della Francia
  • Poco prima del completamento con successo dello sviluppo del veicolo, l’attenzione è rivolta all’affidabilità e alla robustezza

Mladá Boleslav / Cham, 13 luglio 2022 – Lo sviluppo della nuova ŠKODA FABIA Rally2 sta per essere completato con successo. Per garantire la necessaria affidabilità e robustezza del veicolo, di recente il team di collaudatori di ŠKODA Motorsport ha spinto la nuova ŠKODA FABIA Rally2 ai suoi limiti sulle strade sterrate estremamente accidentate del centro di test di Fontjoncouse, nel sud della Francia.

Si avvicina il giorno dell’omologazione della nuova generazione della ŠKODA FABIA Rally2. Secondo le regole, le caratteristiche tecniche di base del veicolo vengono fissate in tale data, dopo la quale sono possibili ulteriori sviluppi solo in alcuni ambiti. Il team di sviluppo di ŠKODA Motorsport si è pertanto concentrato di recente sull’affidabilità e sulla stabilità del prossimo veicolo Rally2. Come sottolinea Michal Hrabánek, direttore di ŠKODA Motorsport: «i nostri team di clienti apprezzano sensibilmente l’affidabilità dell’attuale ŠKODA FABIA Rally2, considerandola uno dei fattori chiave del suo successo».

La ŠKODA FABIA Rally2 di nuova concezione ha quindi ricevuto gli ultimi ritocchi proprio dove le precedenti generazioni di auto da rally di Mladá Boleslav hanno già dato prova di sé: sulle piste di prova del noto centro di test di Fontjoncouse, nella Francia meridionale. Alcune strade sterrate di questo ampio sito mettono così a dura prova il materiale, da essere scelto regolarmente dai team che si preparano al Rally Dakar. «Utilizziamo questo percorso fin dai tempi della ŠKODA FABIA WRC», rivela Hrabánek.

Aleš Rada, responsabile dello sviluppo delle auto da corsa di ŠKODA Motorsport, spiega perché la resistenza e la stabilità siano così importanti per un’auto da rally: «La regola d’oro è: per arrivare primi, la prima cosa da fare è raggiungere il traguardo. Un’auto da rally affidabile trasmette ai piloti la fiducia in se stessi necessaria per spingersi ai limiti. Anche l’affidabilità è un fattore importante per i team di clienti. Se è possibile impiegare i componenti tecnologici dell’auto per un maggior periodo, si risparmia sui pezzi di ricambio. Quando le auto di un team raggiungono il traguardo in quasi tutti i rally, il team aumenta la propria reputazione. L’affidabilità dei nostri veicoli è nel nostro DNA. Qui investiamo molte energie con ogni nuovo modello», continua Rada. I numerosi suggerimenti e consigli dei team dei clienti sono confluiti nello sviluppo della futura ŠKODA FABIA Rally2, in particolare in quest’ambito.

Sui 600 chilometri di prova di Fontjoncouse si è cimentato anche Andreas Mikkelsen. «La ŠKODA FABIA Rally2 è sempre stata un veicolo affidabile. La nuova generazione di modelli quindi non fa eccezione: abbiamo completato i test senza problemi», riassume il campione del mondo WRC2 nonché campione europeo rally FIA in carica. «I percorsi di Fontjoncouse sono davvero impegnativi. Con le sue compressioni estreme, i salti lunghi, le grosse pietre in mezzo alla pista, è perfettamente adatto a testare l’affidabilità di un’auto da rally come nessun altro ambiente. Quando un’auto dà prova di sé a Fontjoncouse, è pronta per il rally più duro.»

Mikkelsen ha vinto i suoi due titoli della stagione 2021 con l’attuale ŠKODA FABIA Rally2 evo, per cui è in grado di fare paragoni con la nuova generazione di veicoli. «Ho una buona sensazione», conferma il norvegese. «La ŠKODA FABIA Rally2 di nuova generazione è già migliore in termini di velocità, e per quanto riguarda l’affidabilità siamo almeno allo stesso livello.»

Aleš Rada e Andreas Mikkelsen parlano sullo ŠKODA Storyboard dei giorni di prova a Fontjoncouse e delle aspettative che nutrono verso la ŠKODA FABIA Rally2 della nuova generazione.

Share this: