6.1.2022, 16:05

ŠKODA ENYAQ iV e ŠKODA FABIA «primi nella propria categoria 2021» nei test Euro NCAP

  • Ben due modelli ŠKODA si classificano al primo posto nelle proprie categorie tra i veicoli testati nel 2021
  • L'ENYAQ iV e la FABIA brillano particolarmente per i risultati eccellenti nella protezione degli occupanti
  • Tutti e 14 i modelli ŠKODA testati dal 2008 ad oggi hanno ottenuto il punteggio massimo di cinque stelle

Mladá Boleslav / Cham, 7 gennaio 2022 – Riconoscimento d'eccellenza per ŠKODA AUTO: lo European New Car Assessment Programme (Euro NCAP) ha incoronato il SUV completamente elettrico ŠKODA ENYAQ iV e la quarta generazione della ŠKODA FABIA i migliori della propria classe nei test per l'anno 2021. I due modelli sono i veicoli più sicuri testati nella loro classe nel 2021. Con un risultato dell'86% dei punti totali disponibili, l'ENYAQ iV è fino ad oggi il SUV più sicuro messo alla prova nei test di riferimento sulla sicurezza in caso di collisione. La nuova FABIA ha ottenuto la valutazione massima di 78% e si classifica al primo posto tra i veicoli compatti testati nel 2021. ŠKODA AUTO è l'unico costruttore ad essere rappresentato con ben due veicoli tra i «primi nella propria categoria 2021». Tutti e 14 i modelli lanciati da ŠKODA dal 2008 ad oggi hanno ottenuto il punteggio massimo di cinque stelle nei testi Euro NCAP.

L'Euro NCAP pubblica annualmente un elenco di veicoli di varie classi che raggiungono i risultati migliori nei testi di riferimento per la sicurezza in caso di collisione. Ben due modelli ŠKODA sono stati giudicati «primi nella propria categoria 2021»: lo ŠKODA ENYAQ iV, nella categoria dei SUV, e la ŠKODA FABIA, tra i veicoli compatti. ŠKODA è così l'unico costruttore a piazzare nel 2021 ben due veicoli tra i primi nelle rispettive classi. L'ENYAQ iV e la FABIA sono rispettivamente i modelli ŠKODA numero 13 e 14 che, dal 2008 ad oggi, hanno ottenuto il punteggio massimo di cinque stelle. Nel 2014, la terza generazione della FABIA si era già aggiudicata il primato nella propria classe. Poiché i requisiti nei test Euro NCAP sono costantemente resi più stringenti, è possibile fare un paragone tra i primi nelle rispettive categorie sono per gli anni 2020 e 2021. In questo modo si assicura che i veicoli sono sottoposti alle stesse condizioni di test.

Lo ŠKODA ENYAQ iV ha ottenuto nei test Euro NCAP 2021 la valutazione massima di cinque stelle e 86 punti percentuali del punteggio massimo. Nel corso dei numerosi crash test e nei test di sicurezza dell'Euro NCAP, il primo modello ŠKODA basato sul sistema modulare di elettrificazione a elementi componibili del gruppo Volkswagen ha raggiunto dei risultati eccellenti specialmente nella protezione dei passeggeri. Con la combinazione del 94% del punteggio massimo raggiungibile nella protezione degli adulti e l'89% nella protezione dei bambini a bordo, il SUV ŠKODA ha raggiunto un record assoluto nelle valutazioni dei test Euro NCAP, ulteriormente inasprite nel 2020. Il valore ottenuto è stato superato solo una volta da un veicolo di classe superiore.

La nuova ŠKODA FABIA ha potuto brillare ai test Euro NCAP grazie alla maggiore sicurezza offerta dal passaggio alla piattaforma modulare trasversale MQB-A0 del gruppo Volkswagen, che prevede anche l'esordio di sette sistemi di assistenza all'avanguardia. La quarta generazione del modello di successo ha ottenuto il 78% del punteggio massimo ottenibile e, allo stesso modo dell'ENYAQ iV, ha brillato soprattutto nella protezione degli occupanti, con l'85% nella protezione degli adulti e l'81% nella sicurezza dei minori dei rispettivi punteggi massimi.
L'Euro NCAP è un programma che è stato sviluppato nel 1997 da ministeri dei trasporti, club automobilistici, società assicurative e istituti di ricerca attualmente membri, provenienti da otto paesi europei. Il consorzio ha sede nella città belga di Lovanio. Conduce crash test con modelli di veicoli attuali e ne valuta la sicurezza attiva e passiva, oltre alla sicurezza di soccorso e recupero. Negli scorsi anni i test sono stati costantemente inaspriti e comprendono ora diverse situazioni di collisione. Mentre all'inizio venivano valutati esclusivamente i risultati dei crash test, nel frattempo le valutazioni dei sistemi di sicurezza attivi nonché dei sistemi di assistenza alla guida confluiscono nella valutazione complessiva con un peso maggiore.

Share this: